Breve nota sulla casalinghità - Progetto CAO

Breve nota sulla casalinghità

Nel 1995 la Corte Costituzionale riconosceva il lavoro delle casalinghe come attività lavorativa a tutti gli effetti: riferendosi all'art. 35 della Costituzione si specificava l'elevato valore sociale ed economico dell'attività.
Si arriva così ad istituire un "fondo di previdenza" per le persone che svolgono lavori di cura non retribuiti derivanti da responsabilità familiari ed ad introdurre anche un fondo speciale per "l'assicurazione sugli infortuni domestici".


Sino ad ora con alterne vicende le leggi, le sentenze della corte di cassazione e della corte costituzionale e le varie circolari del Ministero del Lavoro non attribuiscono uno stipendio alla casalinga, ma riconoscono che il lavoro svolto per il nucleo familiare ha un valore non solo sociale ma anche economico e viene equiparato (per esempio per la parte infortunistica) al lavoro svolto fuori di casa.

È una grande conquista soprattutto dal punto di vista culturale. Al momento comunque è non attuabile chiedere che lo Stato si faccia carico di un assegno mensile.

La battaglia continua...

Condividi questa notizia

Etichettato sotto

Chi siamo

Logo Progetto CAO

 

Sei nel Sito Ufficiale dell'Associazione di Promozione Sociale "PROGETTO CAO" un'Associazione senza scopo di lucro, libera ed indipendente. Il PROGETTO CAO è realizzato in partnership con Eurosystems Network Management e fa parte del Progetto "Terzo Millennio".

Newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative per la famiglia? Lascia la tua email. Non faremo spam, promesso!
Privacy e Termini di Utilizzo